L’Imitazione di Cristo edizione tascabile

 5,00

L’imitazione di Cristo edizione tascabile.

Contenuti del libro “L’imitazione di Cristo”:
LIBRO I:
Esortazioni utili per la vita dello Spirito.
LIBRO II:
Esortazioni che introducono alla vita interiore.
LIBRO III:
La consolazione interiore.
LIBRO IV:
Il Sacramento dell’altare.

Formato 8,6×13,8

Descrizione: L’imitazione di Cristo, un piccolo gioiello di teologia ascetica e mistica del tardo Medioevo, non è da leggere, ma da meditare e assaporare piano piano. Se si accetta di imitare Gesù, la vita di una persona può cambiare radicalmente. Maturato in ambiente monastico, di questo ambiente conserva la fragranza: tratta della perfezione della vita cristiana… È stato certamente il testo di letteratura religiosa più diffuso per secoli nel popolo cristiano d’occidente. Ha formato schiere di santi (da sant’Ignazio di Loyola a san Carlo Borromeo, da santa Teresa d’Avila a santa Teresa di Lisieux, da san Giuseppe Cottolengo a san Giovanni Bosco e santa Maria Mazzarello) ed è stato sempre raccomandato dai papi, da san Pio V a san Pio X, da san Pio XI a san Giovanni XXIII. L’hanno apprezzato anche uomini di cultura lontani dalla Chiesa e letterati e scienziati insigni, da Corneille a Voltaire, da Ampère a Retté, da Papini a Merton.

Categorie: , Tag: ,

Descrizione

L’imitazione di Cristo edizione tascabile.

Contenuti del libro “L’imitazione di Cristo”:
LIBRO I:
Esortazioni utili per la vita dello Spirito.
LIBRO II:
Esortazioni che introducono alla vita interiore.
LIBRO III:
La consolazione interiore.
LIBRO IV:
Il Sacramento dell’altare.

Formato 8,6×13,8

Descrizione: L’imitazione di Cristo, un piccolo gioiello di teologia ascetica e mistica del tardo Medioevo, non è da leggere, ma da meditare e assaporare piano piano. Se si accetta di imitare Gesù, la vita di una persona può cambiare radicalmente. Maturato in ambiente monastico, di questo ambiente conserva la fragranza: tratta della perfezione della vita cristiana… È stato certamente il testo di letteratura religiosa più diffuso per secoli nel popolo cristiano d’occidente. Ha formato schiere di santi (da sant’Ignazio di Loyola a san Carlo Borromeo, da santa Teresa d’Avila a santa Teresa di Lisieux, da san Giuseppe Cottolengo a san Giovanni Bosco e santa Maria Mazzarello) ed è stato sempre raccomandato dai papi, da san Pio V a san Pio X, da san Pio XI a san Giovanni XXIII. L’hanno apprezzato anche uomini di cultura lontani dalla Chiesa e letterati e scienziati insigni, da Corneille a Voltaire, da Ampère a Retté, da Papini a Merton.